Aprile 11, 2014
Living on the Edge of Life: A Final Interview with Peter Matthiessenlareviewofbooks.org
The life and work of Peter Matthiessen teach­es us that there is no sub­sti­tute for actu­al engage­ment with the world and all its peo­ple and species and dark­ness and won­ders.

http://flip.it/isuzj

Living on the Edge of Life: A Final Interview with Peter Matthiessen
lareviewofbooks.org

The life and work of Peter Matthiessen teach­es us that there is no sub­sti­tute for actu­al engage­ment with the world and all its peo­ple and species and dark­ness and won­ders.

http://flip.it/isuzj

Marzo 6, 2014
Paris Review - The Art of Fiction No. 119, Maya Angelou

Interviewed by George Plimpton, theparisreview.org

This inter­view was con­duct­ed on the stage of the YMHA on Man­hat­tan’s upper East Side. A large audi­ence, pre­dom­i­nant­ly women, was on hand, fill­ing indeed every seat, with standees in the bac …

Febbraio 1, 2014
“A Few Don’ts by an Imagiste,” by Ezra Pound (1913)

An “Image” is that which presents an intellectual and emotional complex in an instant of time. I use the term “complex” rather in the technical sense employed by the newer psychologists, such as Hart, though we might not agree absolutely in our application. It is the presentation of such a “complex” instantaneously which gives that sense of sudden liberation; that sense of freedom from time limits and space limits; that sense of sudden growth, which we experience in the presence of the greatest works of art. It is better to present one Image in a lifetime than to produce voluminous works. All this, however, some may consider open to debate. The immediate necessity is to tabulate A LIST OF DON’TS for those beginning to write verses. But I can not put all of them into Mosaic negative. To begin with, consider the three rules recorded by Mr. Flint, not as dogma—never consider anything as dogma—but as the result of long contemplation, which, even if it is some one else’s contemplation, may be worth consideration. Pay no attention to the criticism of men who have never themselves written a notable work. Consider the discrepancies between the actual writing of the Greek poets and dramatists, and the theories of the Graeco-Roman grammarians, concocted to explain their metres. Read more

Gennaio 23, 2014
Una nuova traduzione di T. S. Eliot online
T. S. Eliot, Journey Of The Magi | Poesia, di Luigia Sorrentinorainews.it
Thomas Stearns Eliot (Saint Louis, 26 settembre 1888 – Londra, 4 gennaio 1965) è stato un poeta, saggista, critico letterario e drammaturgo statunitense naturalizzato britannico. E’ stato Premiato nel 1948 con il Nobel per la Letteratura.

Nicola D’Ugo traduttore, poeta, narratore, saggista, critico cinematografico e letterario, traduce una delle più belle poesie di T. S. Eliot, Journey Of The Magi, (Viaggio dei magi), scritta dal grande poeta nel 1927 e contenuta in T. S. Eliot, Collected Poems 1909-1962, Harcourt, New York 1991, pp. 99-100).

Nicola D’Ugo is an Italian poet, fiction writer, essayist, comparatist, and translator. He holds a PhD in English Literatures from the Sapienza of the Rome.

Domenico Ghirlandaio: ‘Adorazione dei Magi degli Innocenti’, 1488 circa. Ospedale degli Innocenti, Firenze.



http://poesia.blog.rainews.it/2014/01/22/t-s-eliot-journey-of-the-magi/

Una nuova traduzione di T. S. Eliot online

T. S. Eliot, Journey Of The Magi | Poesia, di Luigia Sorrentino
rainews.it

Thomas Stearns Eliot (Saint Louis, 26 settembre 1888 – Londra, 4 gennaio 1965) è stato un poeta, saggista, critico letterario e drammaturgo statunitense naturalizzato britannico. E’ stato Premiato nel 1948 con il Nobel per la Letteratura.

Nicola D’Ugo traduttore, poeta, narratore, saggista, critico cinematografico e letterario, traduce una delle più belle poesie di T. S. Eliot, Journey Of The Magi, (Viaggio dei magi), scritta dal grande poeta nel 1927 e contenuta in T. S. Eliot, Collected Poems 1909-1962, Harcourt, New York 1991, pp. 99-100).

Nicola D’Ugo is an Italian poet, fiction writer, essayist, comparatist, and translator. He holds a PhD in English Literatures from the Sapienza of the Rome.

Domenico Ghirlandaio: ‘Adorazione dei Magi degli Innocenti’, 1488 circa. Ospedale degli Innocenti, Firenze.

http://poesia.blog.rainews.it/2014/01/22/t-s-eliot-journey-of-the-magi/

Gennaio 10, 2014
nicoladugo:

Il mio racconto «Memorie sfaldate annue» si può ora trovare qui:

iBooks Store (Apple)
In Italia e in altri paesi.

Kindle Store (Amazon)ItaliaStati UnitiRegno UnitoBrasileFranciaGermaniaCanadaAustraliaSpagnaMessicoGiapponeIndia

Tra breve anche in Nook e Kobo…

nicoladugo:

Il mio racconto «Memorie sfaldate annue» si può ora trovare qui:

iBooks Store (Apple)
In Italia e in altri paesi.


Kindle Store (Amazon)
Italia
Stati Uniti
Regno Unito
Brasile
Francia
Germania
Canada
Australia
Spagna
Messico
Giappone
India

Tra breve anche in Nook e Kobo

Gennaio 10, 2014
Bad Sex Award 2013: Manil Suri wins for explicit scene
By Telegraph reporters, telegraph.co.uk
Indian novelist Manil Suri has won the Bad Sex Prize for a cosmic-themed threesomeManil Suri has won the 21st Lit­er­ary Review Bad Sex in Fic­tion Award, for The City of Devi (Blooms­bury). The prize was pre­sent­ed by Joan Collins at a…

http://flip.it/AUj3E

Bad Sex Award 2013: Manil Suri wins for explicit scene
By Telegraph reporters, telegraph.co.uk

Indian novelist Manil Suri has won the Bad Sex Prize for a cosmic-themed threesome

Manil Suri has won the 21st Lit­er­ary Review Bad Sex in Fic­tion Award, for The City of Devi (Blooms­bury). The prize was pre­sent­ed by Joan Collins at a…

http://flip.it/AUj3E

Dicembre 11, 2013
Sulla letteratura (On literature)blogspot.it
TweetWe had gone up the moun­tainToward the mon­u­men­tal face of a tem­pleBro­ken in piecesAfter the bat­tle all had been swept awayDeath had opened itself upOne of us had left the ground behindWe st …

http://flip.it/IJMRU

Sulla letteratura (On literature)
blogspot.it

Tweet

We had gone up the moun­tain
Toward the mon­u­men­tal face of a tem­ple
Bro­ken in pieces
After the bat­tle all had been swept away
Death had opened itself up
One of us had left the ground behind
We st …

http://flip.it/IJMRU

Dicembre 11, 2013
Sulla letteratura (On literature)blogspot.it
TweetIl pre­sen­te ar­ti­co­lo di Lu­ciano Al­ba­ne­se cos­ti­tuis­ce una nuova ver­sio­ne, qui pro­pos­ta per la prima volta, della «Nota del cu­ra­to­re» al libro postumo di Lucio Co­llet­ti Il pa­r …

http://flip.it/Kz6km

Sulla letteratura (On literature)
blogspot.it

Tweet

Il pre­sen­te ar­ti­co­lo di Lu­ciano Al­ba­ne­se cos­ti­tuis­ce una nuova ver­sio­ne, qui pro­pos­ta per la prima volta, della «Nota del cu­ra­to­re» al libro postumo di Lucio Co­llet­ti Il pa­r …

http://flip.it/Kz6km

Novembre 25, 2013
È uscita domenica, in riedizione su Sl(ol), l’ultima intervista rilasciata dal professor Armando B. Ferrari nel 2006, a firma di Doriano Fasoli. Tratta del suo approccio alla psicoanalisi, delle problematiche coi malati terminali e dell’importanza, per la sua formazione e gli ulteriori sviluppi, di Wilfred Bion ed Emilio Garroni.

Buona lettura: http://bit.ly/1aYrveV

Sulla letteratura (On literature)blogspot.it
Armando B. Ferrari, è stato membro della International Psychoanalytical Association per la quale si è occupato di psicoanalisi infantile e adolescenziale, membro didatta della Sociedade Brasileira de Psicanálise de São Paulo e membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana. Tra le sue opere edite da Borla ricordiamo: L’eclissi del corpo. Una ipotesi psicoanalitica (1992); Adolescenza: la seconda sfida. Considerazioni psicoanalitiche sull’adolescenza (1994); L’alba del pensiero. Dal teatro edipico ai registri di linguaggio (1998). Nel 2006 è uscito il suo ultimo libro, Il pulviscolo di Giotto. Saggi psicoanalitici sullo scorrere del tempo, per i tipi Franco Angeli. L’intervista qui pubblicata è l’ultima che concesse il professor Ferrari, prima della sua scomparsa avvenuta nel mese di aprile 2006.


DORIANO FASOLI: Professor Ferrari, da cosa prende spunto il singolare titolo del suo ultimo lavoro: Il pulviscolo di Giotto. Saggi psicoanalitici sullo scorrere del tempo?

ARMANDO B. FERRARI: Negli anni, l’esperienza analitica con pazienti pervasi dall’angoscia, perché segnati da una prognosi infausta che li obbliga ad affrontare la propria morte come dato reale, ha messo drammaticamente in evidenza la precarietà del linguaggio e delle modalità di approccio tecnico-cliniche consuete e l’inadeguatezza di un setting tradizionalmente inteso.
La richiesta di queste persone che, sempre più numerose, si rivolgono alla psicoanalisi mi ha indotto ad affrontare il problema, e a proporlo a numerosi colleghi. L’esperienza clinica ha ribadito e ribadisce che la specificità del lavoro con questi analizzandi è determinata proprio dalla realistica conoscenza del limite temporale imposto dalla malattia alla loro vita; e che il problema saturante, disperante è quello di un tempo che ha un termine.
L’ipotesi tecnico-clinica nata da queste considerazioni si riferisce alla possibilità di riuscire a vivere la propria vita con intensità e a far promuovere questa possibilità nell’unico tempo, quello presente: quel riempire ogni istante anche di cose minute, indipendentemente dal tempo che ci resta da vivere. L’aspetto che qualifica questa mia proposta di lavoro clinico consiste nel modo e nella forma con cui viene trattato nella relazione analitica il tema delle coordinate spazio-temporali.

…


http://bit.ly/1aYrveV

È uscita domenica, in riedizione su Sl(ol), l’ultima intervista rilasciata dal professor Armando B. Ferrari nel 2006, a firma di Doriano Fasoli. Tratta del suo approccio alla psicoanalisi, delle problematiche coi malati terminali e dell’importanza, per la sua formazione e gli ulteriori sviluppi, di Wilfred Bion ed Emilio Garroni.

Buona lettura: http://bit.ly/1aYrveV

Sulla letteratura (On literature)
blogspot.it

Armando B. Ferrari, è stato membro della International Psychoanalytical Association per la quale si è occupato di psicoanalisi infantile e adolescenziale, membro didatta della Sociedade Brasileira de Psicanálise de São Paulo e membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana. Tra le sue opere edite da Borla ricordiamo: L’eclissi del corpo. Una ipotesi psicoanalitica (1992); Adolescenza: la seconda sfida. Considerazioni psicoanalitiche sull’adolescenza (1994); L’alba del pensiero. Dal teatro edipico ai registri di linguaggio (1998). Nel 2006 è uscito il suo ultimo libro, Il pulviscolo di Giotto. Saggi psicoanalitici sullo scorrere del tempo, per i tipi Franco Angeli. L’intervista qui pubblicata è l’ultima che concesse il professor Ferrari, prima della sua scomparsa avvenuta nel mese di aprile 2006.

DORIANO FASOLI: Professor Ferrari, da cosa prende spunto il singolare titolo del suo ultimo lavoro: Il pulviscolo di Giotto. Saggi psicoanalitici sullo scorrere del tempo?

ARMANDO B. FERRARI: Negli anni, l’esperienza analitica con pazienti pervasi dall’angoscia, perché segnati da una prognosi infausta che li obbliga ad affrontare la propria morte come dato reale, ha messo drammaticamente in evidenza la precarietà del linguaggio e delle modalità di approccio tecnico-cliniche consuete e l’inadeguatezza di un setting tradizionalmente inteso.

La richiesta di queste persone che, sempre più numerose, si rivolgono alla psicoanalisi mi ha indotto ad affrontare il problema, e a proporlo a numerosi colleghi. L’esperienza clinica ha ribadito e ribadisce che la specificità del lavoro con questi analizzandi è determinata proprio dalla realistica conoscenza del limite temporale imposto dalla malattia alla loro vita; e che il problema saturante, disperante è quello di un tempo che ha un termine.

L’ipotesi tecnico-clinica nata da queste considerazioni si riferisce alla possibilità di riuscire a vivere la propria vita con intensità e a far promuovere questa possibilità nell’unico tempo, quello presente: quel riempire ogni istante anche di cose minute, indipendentemente dal tempo che ci resta da vivere. L’aspetto che qualifica questa mia proposta di lavoro clinico consiste nel modo e nella forma con cui viene trattato nella relazione analitica il tema delle coordinate spazio-temporali.

http://bit.ly/1aYrveV

Novembre 24, 2013
Addio Cerati, geniale soldato Einaudi

Paolo Di Stefano, corriere.it

Amico di Vittorini, era il virtuoso di vendite e ristampe

http://flip.it/ZyBxr

Novembre 19, 2013
Doris Lessing: a model for every writer coming from the back of beyond 
Margaret Atwood, theguardian.com
Inventive, brave, down-to-earth – she never hedged her bets or pulled her punches, doing everything with all her heartWonderful Doris Lessing has died. You never expect such rock-solid features of the literary landscape to simply vanish. It’s a…

Margaret Atwood remembers Nobel laureate Doris Lessing, who passed away two days ago.

http://flip.it/GM1Ir

Doris Lessing: a model for every writer coming from the back of beyond
Margaret Atwood, theguardian.com

Inventive, brave, down-to-earth – she never hedged her bets or pulled her punches, doing everything with all her heart

Wonderful Doris Lessing has died. You never expect such rock-solid features of the literary landscape to simply vanish. It’s a…

Margaret Atwood remembers Nobel laureate Doris Lessing, who passed away two days ago. http://flip.it/GM1Ir

Novembre 18, 2013
theparisreview:

“I see every book as a problem that you have to solve.”
RIP Nobel laureate Doris Lessing, who passed away last night at the age of ninety-four. Read her 1988 interview here.

theparisreview:

“I see every book as a problem that you have to solve.”

RIP Nobel laureate Doris Lessing, who passed away last night at the age of ninety-four. Read her 1988 interview here.

8:37am   |   URL: http://tmblr.co/ZlBF6u_kQbq-
  
Archiviato in: doris lessing r.i.p. lit Nobel prize 
Novembre 17, 2013
Fuori posto: 1. Avevano detto che», anteprima del primo capitolo del romanzo di Stella Sacchiniblogspot.com
In oc­ca­sio­ne della pub­bli­ca­zio­ne del ro­man­zo Fuori posto di Ste­lla Sac­chi­ni, se ne pre­sen­ta qui il primo ca­pi­to­lo in forma in­te­gra­le. Il ro­man­zo uscirà a gior­ni per i tipi Coazinzola Press.

Stella Sacchini

Fuori posto
romanzo

Coazinzola Press 2013

 

1
Avevano detto che



Avevano detto che l’avrebbero messa nella stanza delle bambine. Gliel’avevano promesso. Ripetevano: Vedrai, ti troverai bene qui. Qui, hanno tutti più o meno la tua età.
Sarà divertente, e farai nuove amicizie.

Il Posto era grande. Ma grande enorme, non grande e basta.

…


http://flip.it/Lvs47

Fuori posto: 1. Avevano detto che», anteprima del primo capitolo del romanzo di Stella Sacchini
blogspot.com

In oc­ca­sio­ne della pub­bli­ca­zio­ne del ro­man­zo Fuori posto di Ste­lla Sac­chi­ni, se ne pre­sen­ta qui il primo ca­pi­to­lo in forma in­te­gra­le. Il ro­man­zo uscirà a gior­ni per i tipi Coazinzola Press.

Stella Sacchini

Fuori posto

romanzo

Coazinzola Press 2013

1

Avevano detto che

Avevano detto che l’avrebbero messa nella stanza delle bambine. Gliel’avevano promesso. Ripetevano: Vedrai, ti troverai bene qui. Qui, hanno tutti più o meno la tua età. Sarà divertente, e farai nuove amicizie.

Il Posto era grande. Ma grande enorme, non grande e basta.

http://flip.it/Lvs47

Novembre 17, 2013
Vivo, come sulle ali e sulle zampe sottili del creato», un racconto di Nicola D’Ugoblogspot.com
Ora sono qui, chiu­so in ques­ta arnia della sera. Fuori il vento. E, den­tro il vento, la piog­gia sot­ti­le, mal­trat­ta­ta. L’acqua del cielo presa a schiaf­fi e, sui vetri, gocce sot­ti­li come ra …

http://flip.it/j58mN

Vivo, come sulle ali e sulle zampe sottili del creato», un racconto di Nicola D’Ugo
blogspot.com

Ora sono qui, chiu­so in ques­ta arnia della sera. Fuori il vento. E, den­tro il vento, la piog­gia sot­ti­le, mal­trat­ta­ta. L’acqua del cielo presa a schiaf­fi e, sui vetri, gocce sot­ti­li come ra …

http://flip.it/j58mN

Novembre 17, 2013
Il mancato suicidio di Luigi Pirandello. Conversazione con Marcello Turno», di Doriano Fasoliblogspot.com
Mar­ce­llo Turno è me­di­co psi­chia­tra e psi­coa­na­lis­ta, mem­bro della In­ter­na­tio­nal Psy­choa­na­li­tic As­so­cia­tion e della Eu­ro­pean Fe­de­ra­tion for Psy­choa­naly­tic Psy­chot­he­rapy  …

http://flip.it/F0shs

Il mancato suicidio di Luigi Pirandello. Conversazione con Marcello Turno», di Doriano Fasoli
blogspot.com

Mar­ce­llo Turno è me­di­co psi­chia­tra e psi­coa­na­lis­ta, mem­bro della In­ter­na­tio­nal Psy­choa­na­li­tic As­so­cia­tion e della Eu­ro­pean Fe­de­ra­tion for Psy­choa­naly­tic Psy­chot­he­rapy …

http://flip.it/F0shs

{lang:Liked posts on Tumblr}: Altri post piaciuti »